mercoledì 18 dicembre 2013

Stordisco Alta Fedeltà TOP 5 2013



-GIOVANNI AMOROSO

MINIBIO: I numeri parlano chiaro: Last.fm dice che dal luglio 2007 ad oggi ho ascoltato 85.300 brani, escludendo cd, vinili e cassette. Con l'altro blog Yo[U-Turn] ho postato 1275 album / ep in FreeDL dal settembre 2009, scartandone tanti altri. Calcoli approssimativi alla mano ho passato gli ultimi sei anni a stordirmi di brutto... Scrivo e dico Yo! da più tempo di Jesse Pinkman. Nel tempo libero sto cercando di sviluppare un applicazione dal nome Blasfhemify per fare lo scrobbling delle bestemmie tipo catturandole con shazam. Se volete aiutarmi mi trovate su GitHub. It's a motherfucking joke! (n00b).

MIGLIORI STRANIERI:

-Yo La Tengo - Fade (QUI la nostra recensione)
-Oneothrix Point Never - R Puls Seven
-Unknow Mortal Orchestra - //
-Emiliana Torrini - Tookah
-My Bloody Valentine - m b v (QUI la nostra recensione)

MIGLIORI ITALIANI:

-Virginiana Miller - Venga il regno
-Albedo - Lezioni di Anatomia (QUI la nostra recensione)
-Io Monade Stanca - Three Angles (QUI la nostra recensione)
-Soviet Soviet - Fate (QUI la nostra recensione)
-Hello Again - 12///24


-MICHELE MONTAGANO

MINIBIO: Michele Montagano nasce nel 1988 come gli Spicchi di Sole e La Bambola Assassina ma meno allegro. Sintetizza il suo nutrimento primario dall'assunzione compulsiva di dischi, nerdate e alcoolici. Combatte il disagio da dentro come un agente infiltrato, perfettamente integrato in esso neanche fosse dotato di mimetica ottica. Esposto ad adeguate illuminazioni, sintetizza serotonina e porcodei in equal misura, il che lo rende fondamentalmente stabile nella sua instabilità catabolica. E' la sorpresina da montare dell'ovetto kinder che non sarà dipinta a mano nè da collezione, ma si muove un sacco e fa le capriole con l'elastico. Attualmente ha un'etichetta discografica indipendente e tira a campari.

MIGLIORI STRANIERI:

-Porch - Walking Boss (QUI la nostra recensione)
-Ventura - Ultima Necat (QUI la nostra recensione)
-Bonjour Machines - Level Up! (QUI la nostra recensione)
-Low - The Invisible Way (QUI la nostra recensione)
-Echo Bench - S/T (QUI la nostra recensione)

MIGLIORI ITALIANI:

-Bestiame - Transumanza Express (QUI la nostra recensione)
-Marnero - Il Sopravvissuto (QUI la nostra recensione)
-His Electro Blue Voice - Ruthless Sperm (QUI la nostra recensione)
-Fine Before You Came - Come Fare a Non Tornare (QUI la nostra recensione)
-Bachi Da Pietra - Quintale (QUI la nostra recensione)


-MARIAGRAZIA DELL'OSTE 

MINIBIO: Dove eravamo rimasti?
Ah si, vi siete fermati a leggere stà roba qua…
Con il freddo che avanza bloccata ormai da quattro anni nella stessa città, unica nota piacevole di questo periodo di deesagio è la classifica di fine anno.
Oh, da quando ho incontrato “Zio Michele” ormai sembra essere diventato un appuntamento.
Un po’ come dire, dimmi che musica ascolti e ti dirò chi sei.
Bene questa la mia top ten di quest’anno, certo potrete farvi un quadro di me (siate clementi, che la foto già dice tutto), che il quadro di voi me lo faccio vedendo ciò che postate. 
Sacrebleu !!!

MIGLIORI STRANIERI:

-Majical Cloudz – Impersonator
-Porch – Walking Boss 
-David Bowie – The Next Day (QUI la nostra recensione)
-Jon Hopkins – Immunity
-The Knife – Shaking the Habitual

MIGLIORI ITALIANI:

-Soviet Soviet – Fate 
-Teho Teardo and Blixa Bargeld – Still Smiling (QUI la nostra recensione)
-Santo Niente – Mare Tranquillitatis (QUI la nostra recensione)
-Massimo Volume – Aspettando I Barbari (QUI la nostra recensione)
-Albedo – Lezioni di Anatomia


-ANGELA GIORGI

MINIBIO:“L’unica cosa reale di uno scrittore è quello che ha scritto e non la sua cosiddetta vita”. William Burroughs sapeva che la penna può plasmare universi: ma quanto l’esistenza riesce ad adeguarsi all’immaginario? La mia biografia è possibile solo nelle parole degli altri: chi sottolinea che la mia vita è senza dubbio più breve della durata di tutti i miei dischi messi insieme, o chi ammette che una donna che scrive di musica è qualcosa di inedito e disorientante. L’illusione autoindotta esiste solo nell’efficacia della sua testimonianza.



MIGLIORI STRANIERI:

-PERE UBU – Lady From Shanghai 
-PORCH – Walking Boss 
-LOW – The Invisible Way 
-ECHO BENCH – S/t 
-MY BLOODY VALENTINE – Mbv

MIGLIORI ITALIANI:

-TEHO TEARDO – BLIXA BARGELD – Still Smiling 
-SIMONA GRETCHEN – Post-Krieg (QUI la nostra recensione)
-IN ZAIRE – White Sun Black Sun 
-CHAMBERS – THE DEATH OF ANNA KARINA (QUI la nostra recensione)
-ZEUS! – Opera (QUI la nostra recensione)

-GIUSEPPE D'ADAMO

MINIBIO: Giuseppe non ha mai scritto una biografia su se stesso. Si trova in difficoltà in questo frangente e sta digitando vocaboli a caso sulla tastiera. Ha paura di scrivere banalità. Pensa a cosa sta pensando, e a cosa penseranno gli altri leggendo questi pensieri. Ecco, ha scritto una banalità.
Dicono che chi scrive di musica non sappia farla. Lui, infatti, non sa scrivere. Però riesce a leccarsi il gomito.
Attualmente lavora a tempo pieno come chierichetto presso la Basilica di San Carlo Maria Rogito.

MIGLIORI STRANIERI:

-Foals - Holy Fire
-Babalong - #01(QUI la nostra recensione)
-Mount Eerie - Live In Bloomington, September 30th, 2011
-Steven Wilson - The Raven That Refused To Sing (And Other Stories)
-The National - Trouble Will Find Me

MIGLIORI ITALIANI:

-A Finnish Contact - In Case We'll Meet (QUI la nostra recensione)
-Albedo - Lezioni di anatomia
-Soviet Soviet - Fate
-Bamboo - What's In The Cube?
-AA.VV. - Tutto Da Rifare, Un Omaggio Ai Fluxus (QUI la nostra recensione)


-MARIANNA SPOSATO

MINIBIO: Educata sin da piccola dagli ascolti paterni, decide beatamente di fottersene scegliendo come prima esperienza consapevole della sua vita un concerto dei Lunapop. Compreso l’errore madornale, allontana la musica di merda ricominciando da punk e hardcore. Frequenta gli skinhead, la scena dark, la nascente scena indie di una città calabrese sempre lungimirante e poi se ne vergogna (della scena indie, non della provenienza). Si fa adottare dalla città di Roma e prosegue con ascolti a caso di quanto di più rumoroso le sue orecchie siano disposte a tollerare. Ogni tanto mette insieme due righe di consigli su ascolti dellamadònna che non s’incula nessuno.

MIGLIORI STRANIERI:

-Polvo - Siberia
-This Routine is Hell - Howl (QUI la nostra recensione)
-Abouretum - Coming out of the Fog
-Kurt Vile - Wakin on a Pretty Daze
-Wire - Change Becomes Us


MIGLIORI ITALIANI:

-His Electro Blue Voice - Ruthless Sperm (QUI la nostra recensione)
-Go!Zilla - Grabbing a Crocodile
-Bachi da Pietra - Quintale
-OvO - Abisso
-His Clancyness - Vicious (QUI la nostra recensione)


-ANGELO M.

MINIBIO: Per ragioni non note (ma che capirete sicuramente), Angelo ha ascoltato (e visto) tantissima musica anche quando la si ascoltava masterizzata ehm ehm...registrata sulle cassette al cromo della TDK (si può fare pubblicità? No? Bippate pure...) Capolavori e cagate innominabili. Si ritrova ogni tanto da ste parti ad elucubrare di dischi che (non) gli piacciono e che magari 'qualcuno' gli lancia sulla scrivania. E a fine anno, puntuale come l'imu (almeno sulla seconda casa), come il (cine)panettone e il buonismo (fuori luogo) delle lucine natalizie, si trova alle prese con le classifiche dell'anno che ci sta per salutare. Ma che cazzo ne sa se (per ragioni anagrafiche) non ricorda nemmeno cosa è uscito precisamente nel corso di quest'anno?

MIGLIORI STRANIERI:

-Nick Cave - Push The Sky Away (QUI la nostra recensione)
-Scott Matthew - Unlearned (QUI la nostra recensione)
-Porch - Walking Boss
-Bonjour Machines - Level Up!
-Joseph Arthur - The Ballad Of Boogie Christ (QUI la nostra recensione)

MIGLIORI ITALIANI:

-Virginiana Miller - Venga Il Regno
-Albedo - Lezioni Di Anatomia
-Marnero - Il Sopravvissuto
-Auden - Love Is Conspiracy (Ristampa) (QUI la nostra recensione)
-His Electro Blue Voice - Ruthless Sperm


Renatopsycho
-RENATO A.T.

MINIBIO: Renato AT è opinion leader nella vita, nel lavoro e nella musica; veste sempre con cura e ha una macchina costosa. È uno dei mentore della flyng kids records e sulla schiena ha un tatuaggio con le labbra di Micheal Stipe.


MIGLIORI STRANIERI:

-Deafheaven – Sunbather
-James Holden - The Inheritors
- Kanye West - Yeezus
- Oneohtrix Point Never - R Plus Seven
- John Hopkins – Immunity

MIGLIORI ITALIANI:

-Fine Before You came – Come fare a non tornare 
-In Zaire - White Sun Black Sun 
-Marnero - Il Sopravvissuto 
-Gazebo Penguins - Raudo (QUI la nostra recensione)
-Claudio Rocchetti - Pointless Vanishing Point



-STEFANO FICAGNA

MINIBIO: Alle elementari la maestra diede alla classe un tema da svolgere: descrivi te stesso. Io partii non troppo convinto, affermando certe cose per poi smentirle subito dopo. Sono simpatico, ma non troppo; sono intelligente, ma non troppo; sono educato, ma non sempre. La maestra giudicò il lavoro con una sola frase: ma si può sapere come sei? A più di 20 anni di distanza vago ancora nella stessa indeterminazione, forse per questo ad un certo punto della mia vita ho cercato di colmare le lacune descrittive parlando delle mie impressioni sulla musica che ascolto. Con che risultati non lo so, ma la maestra non mi ha ancora ripreso per le mie recensioni. Anche perchè nel frattempo è morta. Forse mi aspetta nell'aldilà per chiedermi conto di tutte le stronzate che ho scritto e scrivo tuttora.


MIGLIORI STRANIERI:

-Russian Circles – Memorial (QUI la nostra recensione)
-Future Of The Left – How To Stop Your Brain In An Accident
-Foxygen – We Are The 21st Century Ambassadors Of Peace And Magic
-Vista Chino – Vista Chino (QUI la nostra recensione)
-Mark Lanegan – Imitations

MIGLIORI ITALIANI:

-Violacida – Storie Mancate (QUI la nostra recensione)
-Dondolaluva – Devono Morì
-Gli Altri – Fondamenta Strutture Argini (QUI la nostra recensione)
-Kafka On The Shore – Beautiful But Empty (QUI la nostra recensione)
-Gazebo Penguins – Raudo



-FRANCESCO COSENTINO

MINIBIO: La ricerca è fondamentale e le sfide sono tutto. Strategist, schivo, esteta e profondamente narcisista.
Forte propensione verso l'arte, le menti curiose, l'avant-garde e la musica sperimentale.
Soprattutto, detesto parlare di me stesso e mi fermo qui.







MIGLIORI STRANIERI:

-Insect Ark - Long Arms (QUI la nostra recensione)
-The You And What Army Faction - SLIT
-The Paver - Trust
-Author & Punisher - Women & Children
-STAER - Daughters


MIGLIORI ITALIANI:

-Bogong In Action - Mahalo
-His Electro Blue Voice - Ruthless Sperm
-Tetuan - Qayin
-Elli de Mon - Leave this town
-Io Monade Stanca - Three Angles


-LUCA MINUTOLO

MINIBIO: Fino a luglio scorso era nel Mucchio fino al collo, ma "la Zuppa del Casale ®" gli è andata di traverso. Dopo una crisi mistica tutt'ora persistente, e la quinta edizione della Targa Giovani MEI, una visione in sogno del Divino Otelma lo ha scaraventato di nuovo sulla (sor)retta via. Seguendo le orme del sommo maestro che dispensa salmodie esclusivamente in prima persona plurale, oggi sono giornalisti in cerca di editore.
Che qualcuno dia loro da mangiare.

Grazie.

MIGLIORI STRANIERI:

-Arcade Fire - "Reflektor"
-Daft Punk - "Random Access Memories"
.David Bowie - "The Next Day"
.Sampha - "Dual EP"
-Crash Of Rhinos - "Knots" (QUI la nostra recensione)

MIGLIORI ITALIANI:

-Paolo Spaccamonti/Stefano Pilia - "Split EP"
-Threelakes & The Flatland Eagles - "War Tales" (QUI la nostra recensione)
-Bachi da pietra - "Quintale"
-Fine Before You Came - "Come fare a non tornare"
-Io Monade Stanca - "Three Angles"

-ALESSANDRO VIOLANTE

MINIBIO: Un anno dopo nella metropoli delle macchine e delle industrie, accantonato per un attimo il binge drinking (ma mai dimenticato) usa la musica come dilatazione temporale delle frenetiche frequenze del saliscendi delle entità, animali e macchine fusi insieme, che la abitano. Si identifica come una strana sintesi tra Ruttmann e Genesis P-Orridge. Nel frattempo progetta Skynet e và a farsi una serata a 200 bpm"



MIGLIORI STRANIERI:

-Tri-state - light the KHAOS within
-The klinik - Eat your heart out
-Pyrroline - Ruins outlast
-Dj hidden - Enclosed
-Frontline assembly - Echogenetic (QUI la nostra recensione)

MIGLIORI ITALIANI:

-Won - Isolution
-Linea 77 - La speranza è una trappola
-Aborym - Dirty
-Filthy generation - Rules for your development e.p.
-Bloody beetroots - Hide


-MARCO DEL CASALE

MINIBIO: 
Marco è sospettato di essere il figlio illegittimo di Paolo Brosio e una fan dei My Chemical Romance fuggita dallo zoo degli emo di New Jersey. La musica è la sua fonte di vita, in particolar modo quella in grado di suscitargli evidenti stati depressivi e istigazioni al suicidio. La rabbia accumulata negli anni di odiosa vita provinciale lo spingono a sfogarsi pesantamente durante le partite del campionato di calcio, ma anche con qualsiasi altro sport. Nonostante tutto la passione per la musica lo aiuta a non mollare e a continuare a scrivere pezzi che lo autoconvincano sulla possibilità di avere un discreto successo un giorno.

MIGLIORI STRANIERI:

-Echo Bench - S/T
-Crash Of Rhinos - Knots
-Queens Of The Stone Age - ...Like Clockwork (QUI la nostra recensione)
-Daft Punk - Random Access Memories
-Alter Bridge - Fortress

MIGLIORI ITALIANI:

-Soviet Soviet - Fate
-Marnero - Il Sopravvissuto
-Albedo - Lezioni Di Anatomia
-His Clancyness - Vicious (QUI  la nostra recensione)
-Ministri - Per Un Passato Migliore (QUI  la nostra recensione)


-TANIA GIANNI

MINIBIO: 
Tania Gianni ascolta musica di merda, ma non è colpa sua, è proprio ritardata. Suona il basso in un gruppo di merda con un nome di merda (I giorni dell'assenzio) che uscirà col loro primo ciddì a febbraio. Intanto fa finta di studiare enologia (è tutta una scusa per bere, si sa) e continua ad ascoltare musica di merda. Dio XXne.


MIGLIORI STRANIERI:

-Placebo - Loud like love
-Daughter - If you leave
-My bloody valentine - m b v
-God is an astronaut - Origins
-Depeche mode - Delta Machine (QUI la nostra recensione)

MIGLIORI ITALIANI:

-L'amo - Niente (è un bel pensiero da mettere tra le gambe alle ragazze) (QUI la nostra recensione)
-Gazebo penguins - Raudo
-Ministri - Per un passato migliore
-Bachi da pietra - Quintale
-Lilies on mars - Dot to dot (QUI la nostra recensione)


-ILARIA PASTORESSA

MINIBIO:Dal 1987 mi affido alla gravità per stare in equilibrio.Poi c'è tutto il resto, l'indispensabile ed il superfluo.
Ci si annoia della noia, ci si esalta per quello che potrebbe essere.
Tutto in potenza, ancora sarà. Tranne la musica, che è.







MIGLIORI STRANIERI

-Ugly Heroes - Ugly Heroes
-James Blake - Overgrown
-Tyler the Creator - Wolf
-Mr Probz - The Treatment
- Low Leaf - UNEARTHly

MIGLIORI ITALIANI:

-Marnero - Il sopravvissuto
-Fine Before You Came - Come fare a non tornare
-Caso - Parete Nord
-Albedo - Lezioni di Anatomia
-Egreen - Il cuore e la fame

0 commenti:

Posta un commento

 
©2011 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ